I BARACCA


Vai ai contenuti

RALLY DEGLI EROI

I BARACCA LIVE

RALLY DEGLI EROI
Ciocco 11-12 Maggio 2013
“VITTORIA STREPITOSA”

Ci sono emozioni che non si possono descrivere, tra queste credo che ci sia il gusto della vittoria, e quando lo assapori non puoi più farne a meno. Questa è la storia di una vittoria frutto di un gruppo unico, meraviglioso, che ho avuto l’onore di guidare alla vittoria del RALLY DEGLI EROI. Come al solito la sera preparo gli impegni dell’associazione, sempre crescenti, fra sbaraccate, squadra corse eccetera, mentre stavo annotando sul calendario le date delle manifestazioni, sento squillare il cellulare, era “IL BOCCIA”. Dopo i convenevoli del caso la grande proposta, il 10-11 Maggio 2013, c’è una macchina ed una squadra pronta per partecipare. Volevano una guida di un gran maestro della Baracca. Non potendo assolutamente mancare, a vista la mia antica passione per i rally, ed ho preso l’occasione al volo, come non partecipare ad un’avventura del genere. Un rally sui generis, non un comune rally con auto preparate appositamente per correre, ma una formula che prevedeva auto costruite fino al 1999, rigorosamente con motori di serie, che percorrevano le strade mitiche della tenuta del CIOCCO, le strade di HELL’S GATE o della scola di pilotaggio della MITSUBISHI. Tutte le squadre si ispiravano a dei personaggi mitici della TV o come nel nostro caso, all’esercito Italiano, in onore a tutti i nostri soldati, impegnati a portare nel mondo l’immagine dell’Italia, nelle missioni umanitarie, e per difenderci dalla minaccia del terrorismo. Convintomi immediatamente della bontà del progetto ho cominciato a lavorare alla sua realizzazione, a modo mio. Mentre i ragazzi lavoravano sulla macchina, facendo delle nottate, per allestire il mezzo e renderlo veloce, ma soprattutto affidabile. Io preparo tutto l’occorrente per le giornate di gara, compreso il vino e l’ospitalità in gara. L’11 Maggio con pochissime ore di sonno all’attivo, riesco ad arrivare all’appuntamento in officina, dove ho visto dal vivo la nostra FIAT UNO FIRE 1000, allestita per la gara dal lavoro dei ragazzi del team, e adornata dalle splendide grafiche realizzate dalla serigrafia SERIVAL di Barga, con in bella vista gli adesivi dell’associazione, un’auto spettacolare. Appuntamento alle ore 13:30 all’osteria dei diavoli, dal nostro GRAN MAESTRO DI BEVUTE LORENZO. Prima serie di aperitivi, quindi foto per tutti e inizio di una due giorni che sarà e rimarrà sempre nei nostri cuori per sempre. Dopo la prima festa ci dirigiamo al CIOCCO, e con un’entrata trionfale nel campo gara. Allestiamo tutto prepariamo l’auto, e ci addestriamo per l’esibizione davanti alla giuria prima della gara. La nostra fan fatale MILLY, si presenta nella sua mise militare (vestitino mimetico, e scarpa nera con tacco vertiginoso n.d.r.), abbagliandoci con la sua avvenenza, un piacere per i nostri occhi. Dopo la scena abilmente recitata da tutti, e la prima classifica che non ci vede premiati, cominciamo a fare sul serio, facendo due giri di prova, e subito ci rendiamo conto che possiamo fare molto bene, anche batterci per la vittoria. Il giorno seguente sveglia alle ore 05:00, mi alzo, (anche stavolta mi tocca un’alzataccia n.d.r.). Giunti sul campo gara siamo tutti concentrati e sicuri di noi, subito partono il BOCCIA, con il diavolo per i primi giri e vedere come risponde l’auto. Dopo i primi giri tutto bene l’auto risponde a dovere, è stabile, il motore spinge ed è pure parco nei consumi, un indiscusso vantaggio. Il morale al box è molto alto, la mattinata procede bene senza inconvenienti rotture o problemi di sorta, mentre le altre auto accusano fin da subito problemi di raffreddamento, perdita di scarichi paraurti parafanghi o altri pezzi vengono sparsi inesorabilmente lungo il percorso. Dopo 6 ore di gara, affrontiamo il primo controllo completo del mezzo, che ci conforta, non abbiamo una sorta di problema, solamente una gomma rotta, prontamente cambiata dalla nostra assistenza. A metà pomeriggio comincia ad arrivare la stanchezza, (dopo tante ore di gara e tante bottiglie n.d.r.), ma la gara non aspetta ed abbiamo un rally da vincere. Lo scontro con la squadra degli imbianchini si fa sempre più serrato, loro dispongono di un mezzo più potente, con una Alfa Romeo 33 quadrifoglio oro, ma noi dalla nostra abbiamo una squadra di piloti eccezionale. A poco più di un’ora dalla fine arrivano le buone notizie, siamo a pari giri con gli imbianchini, che partivano, con un giro più di noi, ma per la regola del motore inferiore, a questo punto siamo primi. Il podio è sicuramente nostro, adesso vediamo di raggiungere questa vittoria. Gli ultimi giorni non passano mai, la macchina deve essere mantenuta in ordine,non dobbiamo sprecare questa grande occasione, guidare veloci, mantenendo l’auto. Gli ultimi due giri ci vedono controllare sotto il cartellone, con una pioggia intensa che ci rinfresca, la tensione si taglia col coltello, ma il passaggio del BOCCIA e del DIAVOLO, è impeccabile l’auto è perfette ed abbiamo circa mezzo giro di vantaggio sugli avversari, che nel frattempo arrivano con un semiasse rotto, il rally è vinto, non ci resta che attendere l’equipaggio. Un’attesa interminabile, in cui paure emozioni e la gioia si mischiano fino al momento dell’arrivo della uno militare, portata in trionfo Dal BOCCIA. Adesso possiamo fare festa tutti assieme in turbinio di abbracci bicchieri, complimenti e una grandissima gioia. Finisco col dire che sono onorato di aver potuto guidare questa fantastica squadra. Complimenti a tutti.

Il presidentissimo Ciccio




GLI EROI DE I BARACCA PER QUESTA MEMORABILE VITTORIA

NICOLA FONTANINI (NICOLINO PROTOTIPI)
Leader indiscusso del gruppo, infatti aveva l’attribuzione del grado di sergente di ferro! Ha messo ha disposizione della squadra la sua grande esperienza nel campo della meccanica, e nella preparazione dia qualunque cosa abbia un motore, passando assieme agli altri componenti del gruppo svariate notti in officina per la preparazione dell’auto che ci ha portato alla vittoria.


PIACENZA ENRICO (BOCCIA)
Non solo ha messo ha disposizione la sua officina, con l’immancabile aiuto del fidato socio MORO, ma ha anche condotto l’auto alla vittoria finale, guidando negli impegnativi ed interminabili giri, che ci separavano dalla grande vittoria finale. Come un ragazzino si è buttato anima e corpo in questo grande successo.


DANIELE CARLI (DIAVOLO)
Indispensabile presenza nel gruppo, pilota di primordine, grande sbaraccatore ed infaticabile lavoratore. Ha contribuito in maniera fondamentale a questo grande successo.


CORNELI MARCO (PIOPPO)
Lo stratega del gruppo, mago del sedile destro, con saggezza perizia e dedizione ha cementato la squadra cercando di calmare gli animi bollenti dove serviva, e incitando quando era il momento. Non si è inoltre tirato indietro, come nessuno componente del team, soprattutto durante le fasi di rifornimento ed assistenza, dell’auto e dei componenti della squadra con l’ottimo vino rosso.


BONINI MILENA (MILLY)
E’ stato il tocco femminile che mancava alla rude accozzaglia di personaggi singolari, che ci ha deliziato con la sua grazia rendendo chich anche l’abbigliamento militare, si è divertita tanto con noi e anche noi con lei. Simpatica, bella e divertente un grazie per la sua disponibilità.


NERI MASSIMO (PIPINO)
Con la sua arte serigrafica ha trasformato una semplice FIAT UNO 1000 FIRE, anonima in una vera e propria auto militare, pronta per andare in battaglia e vincere, unito al suo innato talento di guida ha saputo guidare in maniera veloce, pur risparmiando l’auto per guidarci alla vittoria finale.


NERI MICHELE (MIKY)
L’anima calma, riflessiva e tecnologica del gruppo. Sue sono le foto più belle di questo report, i filmati e tutto quello di tecnologico abbiamo, ha saputo con forza della sua calma, rilassarci tutti, e darci una parvenza di normalità, e vi assicuro che non era facile.


GIANNOTTI MIRKO (PRESIDENTISSIMO)
In realtà io ho fatto molto poco, mi sono aggregato all’ultimo, non potendo partecipare alla realizzazione del mezzo, mi sono occupato del vettovagliamento delle truppe, del loro abbevera mento e di tenere insieme questa sorta di esercito brancaleone, limitandomi a filmare,documentare e scrivere le emozioni di un’avventura che non dimenticheremo mai.


Gli altri eroi di questa avventura sono stati il TUBA, il NICOLO’, l’onnipresente MAILO, il MORO, che come suo solito, svolge la preziosa attività nell’ombra,ci hanno supportato all’assistenza per i ricambi, per tutto ciò che ci poteva servire, grandi ragazzi davvero. Un particolare ringraziamento va anche a tutte le mogli, le fidanzate, le compagne di tutti i partecipanti al Rally, hanno sopportato assenze, ritardi, o momenti di stanchezza e nervosismo, senza mai perdere di mira l’obiettivo finale e stando sempre a fianco di tutti i nostri eroi, mitiche, un grazie d’avvero……


Home Page | CHI SIAMO | LE DONNE DEI BARACCA | LE MOTO DEI BARACCA | I BARACCA RACING | I BARACCA LIVE | I BARACCA FRIEND'S | VARIE | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu